II° ANNO COUNSELING ESISTENZIALE

PROGRAMMA DIDATTICO


II° ANNO - IL COUNSELING DELLA RIPROGRAMMAZIONE

A. Il modello concettuale di programma, programmazione e riprogrammazione
1. Il concetto di programma, programmazione e riprogrammazione in biologia, medicina, neuroscienza, economia, ecologia, strategia militare. Biologia: la teoria del gene egoista e della memetica di Dawkins; la teoria del kit degli attrezzi genetici di Gould. La nozione di complessità.
2. La struttura del programma: obiettivo, strategia (ostacoli, possibilità, eventualità), risorse.
3. Le strategie delle tappe programmate per l’evoluzione individuale: la dote genetica, la vita intrauterina, la nascita, la prima infanzia, la socializzazione, la sessualizzazione, ’innamoramento, la maturazione del mentale e della libertà, il decondizionamento, lo sconfinamento verso il trascendente.
4. Il concetto di crisi: nell’evoluzione e nella cultura.

B. Il problem solving
1. Il concetto di problema nell’evoluzionismo biologico: permanenza, variazione, adattamento.
2. Sociologia della competizione e darwinismo sociale.
3. L’arte della competizione nell’esistenziale: strategia, guerra e battaglia, guerriglia, terrorismo, la vittoria di Pirro.
4. La teoria dei giochi: neuroscienza delle scelte, la propensione al rischio.
5. Le filosofie della tolleranza: illuminismo, stoicismo.
6. Le religioni della salvezza: l’errore come opzione redentiva.
7. Innovazione e creatività: risorse e incentivi.

C. Pragmatica della Riprogrammazione nel setting del Counseling. L'azione del Counselor.
1. Definizione del problema.
a) La conoscenza delle leggi della narrazione come cardine della comprensione. Importanza testuale e simbolica della narrazione.
b) Le procedure dell’investigazione: ascolto della situazione che costituisce disagio. Il problema è nell’obiettivo? È nella strategia a livello bioenergetico, emotivo, mentale, spirituale? È nelle risorse? Inserimento del programma operante nella mappa esistenziale del cliente.
c)  Metodologia dell’interrogare e dell’ascoltare, interpretazione digitale e analogica della comunicazione.
2. Definizione dell’obiettivo  della consulenza. Il patto e l’alleanza della consulenza: gli impegni reciproci attraverso la definizione del setting. Quando al cliente non ha chiaro l’obiettivo.
3. Deprogrammazione. Destrutturazione del programma all'origine del fallimento o del disagio. Aspetto bioenergetico: disaggregazione. Aspetto mentale: disconnessione. Aspetto spirituale: creazione di nonsenso.  La confutazione come fatto intrinseco alla deprogrammazione.
4. Nuova strategia. Il ritorno al tavolo da disegno. La maieutica.
a) Come si interviene nella ristrutturazione degli obiettivi. Le discipline per il raggiungimento degli obiettivi. Il superamento della visione binaria e dei suoi presupposti culturali. L'acquisizione dell'atteggiamento probabilistico.
b) Intervento nella ristrutturazione della strategia. Metodologie dell’innovazione. La creatività secondo la mente di Leonardo. Applicazione strategica della teoria dei giochi.
c) Il problema dell’ambiente di appartenenza del cliente e il concetto evoluzionistico di adattamento.
5. Risorse: Definizione delle risorse del cliente. Gestire la riprogrammazione.

C. L'autogestione dell'ansia e istituzioni di psichiatria evoluzionistica

D. Le tecniche operative
1. Applicazione dei colori secondo Luscher.
2. Esercitazioni di art-counseling
3. Tecnica di visualizzazione e programmazione degli obiettivi II°
4. Esercitazione in simulata individuale con videocamera.

F. Percorso personale
1. Percorso di gruppo.
2. Percorso individuale.
3. Stage di fine anno: l’abreazione; la visualizzazione per il superamento delle cattive abitudini.
4. Il cinecounseling.®

F. Esercitazione alla narrazione.
1. Scrittura della propria autobiografia.
2. Esplorazione linguistica e narrativa in gruppo. Questo lavoro legittima il passaggio al III° anno.
 

Dove si svolge il Corso?

Il Corso si tiene a Roma - nell'ambito del progetto di formazione in Campus - presso "Casa La Salle", Via Aurelia n°472, a pochi passi dalla stazione metro "Cornelia". Parcheggio interno. La struttura offre la possibilità di pernottamento.