• IL COUNSELING DELLA RIPROGRAMMAZIONE E' L'ARTE DI COGLIERE L'OPPORTUNITA' DOVE C'E' IL PROBLEMA

CORSO TRIENNALE DEL COUNSELING PER LA RIPROGRAMMAZIONE ESISTENZIALE E LA CREATIVITA'

AMBITI E OPPORTUNITÀ PROFESSIONALI - CORSO DI FORMAZIONE RICONOSCIUTO DALL'ASSOCOUNSELING

Il Counseling Per La Riprogrammazione Esistenziale è una professione multiforme che può essere esercitata in forma individuale e/o di gruppo nei più disparati ambiti della evoluzione personale e della espressione sociale, dove sia possibile:
•    la riprogrammazione delle situazioni in cui l’obiettivo perseguito, e/o la strategia posta in atto, e/o le risorse cui si attinge non sono adeguate alla situazione contingente in atto;
•    allenamento all’uso delle procedure logiche della mente;
•    allenamento allo sviluppo della creatività nell’ambito dell’espressione di sé, della comunicazione, della ricerca del possibile, dell’esercizio della libertà; 
•    allenamento allo sviluppo delle metodologie del problem solving sia nelle situazioni chiuse che in quelle aperte.

A chi è aperto il corso di counseling
A sociologi, insegnanti, formatori aziendali, psicologi, assistenti sociali, infermieri

MOTIVAZIONI DELL'OFFERTA FORMATIVA

Il corso ha come finalità quello di fornire ai partecipanti le basi teoriche, metodologiche e pratiche per raggiungere il traguardo di Professionista nell'ambito del Counseling, in grado di operare sia privatamente che in contesti strutturati relativi al problem solving, quali: ambito lavorativo e della formazione, sportelli d'accoglienza, servizi sociali, assistenziali, cooperazione, terzo settore; organizzazioni d'ogni ambito.

ORIENTAMENTO TEORICO

Che cosa è il Counseling Esistenziale
Il counseling esistenziale è una professione dell’aiuto fondata sull'altruismo, l’empatia, l’ascolto, la mediazione, l'applicazione operativa delle decisioni. Muovendo da problemi concreti della persona, si propone come un intervento facilitatore nel prendere decisioni adeguate, migliorare relazioni, sviluppare la consapevolezza delle situazioni, gestire emozioni e sentimenti, superare conflitti, sviluppare l’innovazione e la creatività personale.
Agisce quindi nell’affrontare problemi contingenti derivanti da strategie comportamentali inadatte alla situazione presente, oppure da una filosofia di valori della vita che impedisce malleabilità mentale e apertura emotiva, obiettivi che possono risultare falsati da pregiudizi sociali, insufficienti risorse ideative a disposizione, condizioni ambientali avverse o non facilitanti.

La Riprogrammazione Esistenziale
È un modello di approccio evoluzionistico alla persona, considerata come un soggetto cosciente che si confronta con i bisogni e le aspirazioni della propria realtà biologica e con l’influsso dell’ambiente socio-culturale, e opera costantemente una sua personale e libera riprogrammazione. Perciò si appropria consapevolmente dei propri programmi comportamentali emotivi e cognitivi, li sottopone a verifica e li trasforma attuando soluzioni evolutive che le aprono orizzonti d'intelligenza e di benessere.
La riprogrammazione esistenziale, nell'ambito delle scienze, fa parte dell’antropologia evoluzionistica, e valorizza il contributo delle neuroscienze alla comprensione del comportamento umano. Essa evidenza come l’umanità si sia evoluta portando fin nelle forme più sofisticate ed elevate della cultura le due esigenze fondamentali della sopravvivenza: la condivisione (socialità e conoscenza del mondo) e l’affermazione di sé.

Il Counseling nell'ambito affettivo e familiare
Nella dimensione affettiva e familiare l’individuo elabora le programmazioni di base e si struttura come soggetto che definisce la propria dimensione sociale e la considerazione di sé e in base a ciò si comporta, si relaziona, decide, esercita il potere e la creatività, e determina il modo d’essere del proprio contesto sociale. Poiché è nell’ambito affettivo e familiare che può emergere il problem solving della programmazione individuale, il counseling può offrire metodologie di riprogrammazione nella contingenza delle situazioni prima che essere degenerino.


Il Counseling dell'innovazione e della creatività, esistenziali e lavorative
L’innovazioneè uno stile personale, che si esplicita nell’ambito esistenziale, relazionale e professionale. Essa è la caratteristica principe dell’evoluzione biologica e culturale come riprogrammazione dell’esistente in forma di realtà nuove. Il counseling dell’innovazione e della creatività sostiene le persone nel divenire imprenditori di sé stessi, in un’epoca in cui l’iniziativa personale diventa uno strumento necessario per affermare il proprio sé in una società complessa e in continuo movimento.  
Il counseling può offrire efficaci metodologie di riprogrammazione nell’ambito lavorativo e nella modalità di concepire la ricerca, la creazione e l’esercizio della professione, quando nella programmazione individuale vi siano caratteristiche non congruenti con l’obiettivo, la strategia, le risorse della situazione contingente.

Sofia-counseling
Conoscere e padroneggiare le varie procedure con cui si costruiscono sequenze logiche e dimostrazioni di assunti sono la necessaria premessa per costruire il problem solving a breve, medio, e lungo termine, e quindi per prendere decisioni lungimiranti che tengano conto anche del ruolo del caso nell’esistenza umana.

Biblio-counseling, Art-counseling, cine-counseling
Diverse sono le forme dell’espressività umana alle quali il fare counseling può attingere non solo per sviluppare ed arricchire la creatività della persona, ma anche per sviluppare la coscienza di sé e l’espressione della stessa attraverso i molteplici linguaggi in cui essa s’incarna come esperienza personale e come tecnica.

 

METODOLOGIA DELLA FORMAZIONE

1 – E-LEARNING
www.universitalibera.it
Lo studio in e-learning si compie su piattaforma web. L’allievo ha a disposizione materiale scritto, audio e video, con il quale può autogestire la propria formazione fino acquisire le nozioni necessarie a compilare il test di passaggio da un Modulo all’altro.
Il passaggio da un Anno all’altro avviene attraverso un colloquio.

2 ‒ WEBINAR
www.universitalibera.it
La formazione tramite e-learning è supportata anche da periodici incontri nell’aula virtuale del webinar, in cui gli allievi potranno porre quesiti e chiedere approfondimenti. Su webinar saranno illustrati e presentati anche alcuni Moduli teorico-pratici.

3 – INCONTRI FRONTALI RESIDENZIALI
La didattica frontale si svolge nei Moduli di esercitazione all’esercizio professionale, nei Moduli di percorso individuale e di gruppo e di alcuni specifici Moduli teorici.

3 – E-BOOK E TESTI
L’apprendimento compie il suo ciclo solo quando avviene l’approfondimento tramite la lettura testuale, che si prevede si svolga in due modalità: di studio, e allo scopo la formazione prevede dei testi specifici obbligatori; di approfondimento, e il corso mette a disposizione una molteplicità di letture integrative che amplificano gli orizzonti delle tematiche di formazione.

 

DIRETTORE DIDATTICO

Mario Papadiacounselor supervisore, counselor trainer, coach, psicologo, psicoterapeuta.

PROGRAMMA DIDATTICO


PRIMO ANNO
Modulo 1 / La professione del counseling

Lezione 1 – La storia del counseling.
Lezione 2 – L’identità del counseling.
Lezione 3 ‒ Principi del counseling.
Lezione 4 – I diversi modelli di counseling.

Modulo 2 / Antropologia evoluzionistica.
Lezione 1 – I principi dell’evoluzionismo darwiniano.
Lezione 2 – Antropologia evoluzionistica: la biologia.
Lezione 3 – Il senso della bellezza nell'evoluzione. 
Lezione 4 – Antropologia evoluzionistica: gli scopi biologici.
Lezione 5 – Antropologia evoluzionistica: l’adattamento individuale.

Modulo 3 / Istituzioni di Psicologia
Lezione 1 – Istituzioni di psicologia generale.
Lezione 2 – Psicologia della personalità.
Lezione 3 – Istituzioni di psicologia sociale.
Lezione 4 – Neuroscienze e i sistemi del cervello.
Lezione 5 – L’intelligenza emotiva.

Modulo 4 / L’interazione comunicativa verbale e non verbale
Lezione 1 ‒ Istituzioni di teoria della comunicazione;
Lezione 2 ‒ Il linguaggio non verbale del disegno: apprendimento alla lettura

Modulo 5 / Le tecniche mentali e immaginative pt. 1.
Fondamenti delle tecniche mentali. Il training autogeno.

Modulo 6 / Il percorso e le esercitazioni.
Il percorso personale: individuale e di gruppo.


SECONDO ANNO
Modulo 1 / Il modello della Riprogrammazione.
Lezione 1 ‒ Il modello concettuale di programmazione e riprogrammazione
Lezione 2 ‒ La triplice programmazione
Lezione 3 ‒ Programmazione evolutiva individuale
Lezione 4 ‒ Disagio nella programmazione

Modulo 2 / La Riprogrammazione nel setting del counseling.
Lezione 1 ‒ L’ascolto e le leggi della narrazione
Lezione 2 ‒ Le procedure dell’investigazione. La definizione del problema
Lezione 3 ‒ La definizione del programma operante e dell’obiettivo della consulenza
Lezione 4 ‒ La deprogrammazione
Lezione 5 ‒ La riprogrammazione
Lezione 6 ‒ Il counseling di gruppo

Modulo 3 / Il problem solving e il sofia-counseling.
Lezione 1 ‒ La teoria dei giochi
Lezione 2 ‒ Il problem solving e le sue tecniche
Lezione 3 ‒ Il pensare logico: teoria e prassi
Lezione 4 ‒ L’arte dell’investigazione

Modulo 4 / Le tecniche operative: bibliocounseling.
Lezione 1 ‒ Testi, sentimenti, idee: le vie della narrazione.
Lezione 2 ‒ L’esplorazione del testo dei social e nella messaggistica
Lezione 3 ‒ Costruzione della propria autobiografia
Lezione 4 ‒ La narrazione con soluzione: il bibliocounseling.

Modulo 5 / Istituzioni di psichiatria.
Lezione 1 ‒ Istituzioni di psichiatria secondo il DSM
Lezione 2 ‒ Istituzioni di psichiatria evoluzionistica
Lezione 3 ‒ La gestione dell'ansia nel modello della riprogrammazione

Modulo 6 / Le tecniche operative: l’interazione comunicativa
Lezione 1 ‒ Il modello della maieutica socratica

Modulo 7 / Le tecniche mentali e immaginative pt 2
Fondamenti delle tecniche mentali. La programmazione mentale.

Modulo 8 / Il percorso e le esercitazioni
Il percorso personale: individuale e di gruppo. Le simulate.


TERZO ANNO
Modulo 1 / Il counseling nell’ambito affettivo e familiare
Lezione 1 ‒ Antropologia dell’affettività umana.
Lezione 2 ‒ Antropologia e sociologia della comunità familiare
Lezione 3 ‒ La famiglia come sistema cooperativo
Lezione 4 ‒ Coppia, innamoramento e amore: antropologia e narrazione
Lezione 5 ‒ Le conflittualità nella coppia e nella famiglia
Lezione 6 ‒ Il concetto di mediazione e negoziazione
Lezione 7 ‒ Principi di mediazione familiare
Lezione 8 ‒ La riprogrammazione nell’ambito familiare

Modulo 2 / Il counseling nell’ambito del lavoro.
Lezione 1 ‒ Antropologia del lavoro
Lezione 2 ‒ Il disagio nel lavoro attuale in ambito aziendale
Lezione 3 ‒ Aspirazioni, problematiche nel lavoro professionale
Lezione 4 ‒ Il lavoro perduto e il lavoro ricreato

Modulo 3 / Il counseling nell’ambito dell’innovazione e la creatività.
Lezione 1 ‒ Abilità e atteggiamenti predisponenti all’innovazione
Lezione 2 ‒ Essere imprenditori di sé stessi
Lezione 3 ‒ Esercitazione di economia emotiva
Lezione 4 ‒ La chiave dello startup

Modulo 4 / Le tecniche operative: il test cromatico.
Lezione 1 ‒ Fisiologia colori
Lezione 2 ‒ Antropologia dei colori
Lezione 3 ‒ Il test dei colori secondo Max Lüscher, fondamenti
Lezione 4 ‒ Nel counseling della riprogrammazione
Lezione 5 ‒ Simbologia dei colori

Modulo 5 / Le tecniche operative: il cinecounseling.
Lezione 1 ‒ Antropologia del video-linguaggio
Lezione 2 ‒ Principi e tecniche di cinecounseling

Modulo 6 / Il percorso e le esercitazioni.
Il percorso personale: individuale e di gruppo. Le esercitazioni in simulate. Il percorso di supervisione.


Acquisizione del titolo professionale
Al termine del corso l’allievo dovrà sostenere un esame interno.
 
Il risultato positivo dell’esame dà diritto al titolo di Counselor della Riprogrammazione Bioenergetica e ad accedere all’esame di ammissione 
per il registro dell’ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE ASSOCOUNSELING

 

SEDI DEI CORSI

1) Casa La Salle, Via Aurelia 472, 00165 Roma - Metro linea A, Fermata Cornelia
Parcheggio interno - Possibilità di ospitalità per gli allievi fuori sede

2) Accademia Riprogrammazione, Via Tommaso Prelà 44, 00166 Roma.
Ospitalità in bed and breakfast per gli allievi fuori sede

COME CI SI ISCRIVE AL CORSO

Si accede al sito www.universitalibera.it, dove clicca sul menu E-Learning per chiedere le credenziali d’accesso; una volta entrati ci si iscrive al primo modulo e si attendono le istruzioni per il versamento della prima rata e la conferma dell’iscrizione. Una volta all’interno si seguono le istruzioni per la formazione.

Oppure si richiede la scheda di iscrizione, la si compila e si invia a: universitalibera1@gmail.com.

PIANO ECONOMICO
1200,00 euro annui, rateizzabili in 3 rate forfettarie.
​All’accettazione si versa il bonifico di 150,00 € quale prima rata.
Le quote di partecipazione sono onnicomprensive di tutto il programma (slide, file audio-video), eccettuati i testi obbligatori.

PRIMO INCONTRO FRONTALE DEL 2019

Sabato 12 ottobre 2019
orario: 10:00-18:00


 

Dove si svolge il Corso?